accedi   |   crea nuovo account

Che c'è di strano

Che c'è di strano
se mi sento strano
sdraiato sul divano
con la penna in mano
cercando parole
che spieghino il perchè.
Che c'è di strano
se ho amato
senza amore
con tutto il mio ardore,
ma la testa lontana,
in un sogno con te.
Che c'è di strano
se tutto è insignificante,
e anche fumare lo è,
accendo un altra sigaretta
pensando a te
Che c'è di strano
se a stare nascosti
non si ha paura,
cammino tra la gente
cercando te.

 

2
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0