accedi   |   crea nuovo account

Stalking

Ti concedetti
sicura e adorante
di gustare il nettare
dei miei anni migliori;
quante volte quella voce scacciai
dal tempio delle mie fissazioni
quando sussurrava
come una dolce e premurosa nonna
che mentre ti amavo
costruivo per la mia vita
le mura di una graffiante prigione.
Piangono senza freno
i baci che ci scambiammo
sul letto e nella tua automobile
quando odono il rantolio
del tuo maledirmi
per non permettermi
di cominciare un nuovo percorso d'amore.
Non sono, mai sarò
l'automobile che puoi pretendere
per la tua sola strada
il mio orgoglio
sarà una spada fiammante
pronta a impedirti
di squarciare il mio volo
che si protende ormai
a lontananze siderali da te
dal tuo volermi avere
senza desiderare apprezzarmi.
Guarda
i miei occhi ormai hanno la forza indomabile
per dirottare verso abissi di cenere
i tuoi sanguinanti sms
le tue deliranti lettere
per scusarti di quanto potevi essere
e mai desiderasti davvero essere.
Mentirmi non so
fino a negare di averti amato
mentre si componeva lenta e assassina
la tua follia di macho fallito
nel ridurre il mio essere
a vivere come sola estensione
della tua esibizionistica volontà.
Chiama le tue minacce
dì che devo loro parlare,
l'avere liberato il mio prostato amare
dalle catene del tuo nichilismo amoroso
le schiaccerà
fino a tramortirle per sempre,
e capirai davvero
quale donna io sia davvero
e chi perdesti volendoti perdere.

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 29/11/2011 18:23
    Piangono senza freno
    i baci che ci scambiammo... perdendomi Ti sei perso...

    Una grande Verità Cristiano... chi non sa Amare... si perde...
  • cristiano comelli il 29/11/2011 17:41
    Grazie, ovviamente preferirei che questo fenomeno non esistesse se non nella fantasia di qualche scrittore perchè l'il male non fa male. Mi sembrava importante dare un piccolo contributo su una realtà che purtroppo prostra l'anima di molte donne, cui auguro una pronta riscossa nel segno di un amore vero che le sappia valorizzare veramente. Cordialità.
  • Vito Bologna il 29/11/2011 17:35
    Piaciuta, letta con piacere complimenti
  • cristiano comelli il 29/11/2011 16:46
    Grazie signora Carla. Io penso soltanto che lo stalker sia una persona che, precludendosi l'amore vero per una donna, precluda l'amore vero verso se stesso e soprattutto la possibilità di crescere attraverso una donna che, spesso, sa vedere assai più lontano di lui. Cordialità.
  • Anonimo il 29/11/2011 16:37
    bellissima questa lirica che parla di amori malati, amori stressanti che non danno tregua... amori egoisti, esibizionisti... che poi scaturiscono alla follia...
    complimenti molto forte ma molto vera e ben scritta
    cordialità carla

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0