PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Concepire poesia

nero sperma s'agita bollente
nel tubo della mia biro
che scivola sulla tua pelle
- liscia di carta bianca -
come solco scavato da eccitati pollici
tra costole esplose di tronco ritorto
avidi palmi posseggono le forme
sfiorando cellulosa e tentativi incursorii
con cruda violenza di delicate parole
contusioni che ipnotizzano l'animo

immobilità indotta
con sindrome di stoccolma
nella lettura del morso
che t'afferra il collo
e il pensiero che ti penetra
- profondo - il desiderio
eiaculando poesia

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Verdiana Maggiorelli il 30/06/2012 17:30
    Una vera eiaculatio... precox, direi. M'ha fatto ridere.
  • Nicola Lo Conte il 01/12/2011 13:22
    "nero sperma s'agita bollente
    nel tubo della mia biro
    che scivola sulla tua pelle
    - liscia di carta bianca -"
    Belle le immagini che evochi...
  • mirtylla il 30/11/2011 16:39
    Caspita non avevo mai inteso la poesia sotto questo punto di vista...
  • Alessandro il 29/11/2011 23:03
    Che dire... orgasmica

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0