PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Alcolisti

Apatici, esauriti,
allergici alla realtà,
in notti di fughe
al gabinetto
a pianger lacrime
di bottiglia.

Un perverso ballo
con morte e solitudine
lungo la pista di legno
di un bancone.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 17/11/2012 12:23
    Un plauso sentito all'autore che, con questi versi, ha saputo trattare in maniera davvero egregia un tema di scottante attualità. Una poesia in cui ben si evidenzia tutta la solitudine di coloro che, per motivi più svariati, affogano i lori dispiaceri nel "pianger lacrime di bottiglia". Molto apprezzata, per stesura e contenuto.

11 commenti:

  • Grazia Denaro il 01/02/2012 17:16
    Poesia molto apprezzata.
  • Anonimo il 30/11/2011 20:36
    sentita forte tema ben trattato in poesia bravissimo
    carla
  • senzamaninbicicletta il 30/11/2011 20:30
    si, molto apprezzata per stile e contenuto
  • Verdiana Maggiorelli il 30/11/2011 20:18
    "allergici alla realtà". Bravo Alessandro! In pochi versi essenziali hai colto l'anima e la solitudine dell'alcolista.
    Gli ultimi quattro versi sono bellissimi.
  • cristiano comelli il 30/11/2011 18:30
    Sì, credo proprio che il suo poetare in questo caso rispecchi fedelmente l'apatia e la solitudine da cui un alcoolizzato è pervaso. C'è la lacerazione di vedere nella bottiglia la sola alleata silenziosa disposta ad ascoltarti. E ti ascolta mentre, con altro vino o altro alcool, è pronta a trafiggere di nuovo il tuo anelito alla rinascita. Cordialità.
  • Anonimo il 30/11/2011 16:24
    Si tratta di una triste realtà, generata da uno stato di depressione comune a molte persone... ma non è il modo giusto per risolvere le questioni evidentemente!
  • karen tognini il 30/11/2011 12:20
    molto molto bella.. mi tocca l'argomento...
    è molto triste la vita chi gli deve vivere accanto...
    bravo Alessandro... piccola ma molto toccante
  • Vincenzo Capitanucci il 30/11/2011 12:08
    Solitudini.. a pianger lacrime di bottiglie... lungo un bancone... dove danza con occhi spiritati la morte...

    Bravissimo Alessandro..
  • Stanislao Mounlisky il 30/11/2011 11:55
    piaga subdola e cattiva come un cancro... bravo
  • Ada Piras il 30/11/2011 11:52
    Bravo Alessandro un altra piaga della nostra società.
  • Ferdinando Gallasso il 30/11/2011 11:25
    Non è per niente facile scrivere poesie che trattano di argomenti delicati, senza inciampare nella banalità.
    La tua è scritta benissimo.
    Immagini forti e drammatiche. Breve, coincisa e originale.
    Complimenti a te

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0