PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sentiremo gli oceani irrompere

Dalle nostre città
pregne di gas
non si vedono stelle.
Le luci incandescenti
di autostrade, ciminiere
grattacieli
ponti radio
come vulcani continui
annientano il cielo.
Dalle nostre strade
nessuna stella è palpabile.
Nè ci chiediamo
dove oramai vaghino le stelle.
Naturale è vivere
nel tonfo di una notte cieca.
Le stelle si sono raccolte in veli
in sciami, in greggi
in stormi
con le loro code gassose
gli anelli di ghiaccio
il nucleo in perpetua fusione
rare vampe di colore effuso
e nell'armonica musica astrale
hanno deciso di abbandonarci
nel più nero degli universi.

La notte in cui
capiremo d'essere rimasti senza luna,
sentiremo gli oceani
irrompere nelle nostre gole.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Anonimo il 03/06/2015 18:33
    Scenari apocalittici in servizio fanno lo "straordinario" di questa notevole opera. Ciao.
  • Grazia Denaro il 31/01/2012 19:24
    Grande ansia, apprezzata.
  • mauri huis il 14/01/2012 21:25
    Io, col lago di garda, al massimo faccio un gargarismo!
  • silvia leuzzi il 10/12/2011 22:35
    La chiusa è veramente notevole, densa e ricca di emozioni da regalare. Nondimeno è il resto la cui musicalità aiuta gli occhi nella lettura, asseconda le lettere in una danza molto originale. Complimenti
  • senzamaninbicicletta il 05/12/2011 10:24
    la tua poesia mette in un giusto stato di ansia, molto apprezzata
  • Verdiana Maggiorelli il 04/12/2011 13:18
    Grande pathos. Le stelle ci abbandonano, sentiremo gli oceani irrompere... Una realtà già alle porte che i tuoi versi comunicano con una forza espressiva che lascia senza fiato. Complimenti!
  • mariateresa morry il 01/12/2011 12:01
    Ragazzi si vede che i veri poeti siete voi! Fate dei commenti iperbolici!!!
  • Anonimo il 01/12/2011 10:29
    Carissima, considerazioni e constatazioni giuste, considerando il tempo in cui viviamo... la natura si adegua, le stelle non si lasciano travolgere aspettano il buio e l'aria priva di gas per apparire e risplendere in cielo... per far da contorno alla luna che misteriosa ci riporta indietro nel tempo... e quando anche la luna si nasconderà sentiremo gli oceani irrompere nelle nostre gole...!!!
    che dire meravigliosa un abbraccio affettuoso carla
  • Anonimo il 01/12/2011 09:37
    Il titolo è epico, lo scenario apocalittico, i versi ben costruiti, brava Mariateresa Un caro saluto
  • senzamaninbicicletta il 01/12/2011 06:41
    è una domanda senza risposta, ma ricca di significato. apprezzata
    complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0