accedi   |   crea nuovo account

Poeta per caso

ad`uno ad`uno spuntano li cervi
come ar mercato della Roma antica
Pe` strade vanno a cercà chi gle serve
un po de brodo cardo dopo la fatica
"Cervi alpini sentite cambiate posto
questo nun`e` un portale da strapazzo
qui voi ce trovate un`osso assai tosto
un`osso che piu` duro der palazzo
poeti e scrittori postano gli eventi
la sede li controlla e li coregge
io che de musa "nun capisco gnente"
scrivo a modo mio com`e` un fuori legge
faccio erori d'ortografia
ricevo mala critica da chi me legge
scrivenno," ma che schifezza de poesia "
Qui tutti poeti semo nati
semo er mejo de la compagnia
gli ammiratori ce chiameno vati
gli esperti, scaricatori de ferovia
Per esse preciso e nun fa' torto,
i mejo scritti metto dentro un vaso
vado a un concorso e glieli porto
cosi divento un poeta pe' caso

 

0
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 26/11/2016 01:19
    pprezzata... complimenti.

1 commenti:

  • senzamaninbicicletta il 01/12/2011 07:16
    ottimo approccio alla poesia, ma a quanto pare già ci sai fare parecchio. Versi significativi e anche molto simpatici

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0