PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Matematicamente parlando

mi coglie forte il desiderio
d'un irrisolvibile equazione
in un sistema improduttivo

e d'uscir fuori del binario
- logaritmico rapporto -
di vite colte all'improvviso
da insani aneliti puerili

quando vidi otto occhi
- che ancora non sapevo -
brillare nelle tue pupille

quando testardo contavo
tutte comunque uguale a sei
le nostre individualità
- discontinue rette spezzate -
in frammentate linearità

solitudine affollata di numeri
in azioni/reazioni esponenziali
follia all'ennesima potenza

nel sistema funzionale
la speranza infantile
nella ricerca disequazionale

sull'appannata parete liscia
dello specchio che ci riflette
algoritmi scritti da un solo dito
faticosamente s'arrampicano

- l'applicazione non risponde -

 

1
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 25/08/2016 11:01
    apprezzta... complimenti.

3 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0