username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Uno strano processo

Capita spesso,
e sempre inaspettato,
che si riunisca inver ben strana corte
di giudici per di me sentenziare,
così che io mi trovo,
all'improvviso,
oggetto di un giudizio incondiviso.
Ma nel processo
che si sta celebrando,
non ho difesa e replica,
non ho prove
e neppure mi è chiar' l'imputazione.
Sol la condanna subisco,
è sempre quella
della uman riprovazione,
ma contro essa
non posso dare appello.
Faceva così anche l'Inquisizione!

L'unica consolazione
è sapere che il Santo Uffizio
così usava fare
per eliminare le streghe,
le più libere e capaci di pensare.

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Jah Gan & buffy_zeus il 14/12/2011 17:47
    tutto perfetto anche se quel "pensare" in fondo rovina un po' la musicalità del componimento, credo.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0