accedi   |   crea nuovo account

Alcamese, Poeta per caso

L'ape operaia va da fiore in fiore
il grillo saltella sul verde prato
tela e pennelli ha pronti il pittore
oggi il suo tema è l'infinito.
È tempo per la rondine d'arrivare
sulle colline un bianco giglio è nato
un vecchio saggio arriva dal mare
a chiunque vede porge il suo saluto
Parla con voce stanca
di pace, prosperità e lunga vita
sulla sua spalla una colomba bianca
fedele compagna di parte della vita
È sera e le lucciole illuminano le aiuole
le farfalle riposano sul fiore di pesco
regna la pace al tramontar del sole
il pittore finisce l'opera al calar del fresco
l'acqua dai monti scorre nei ruscelli,
solca la pianura con meta il mare
scende la notte e s'addormentano gli uccelli
nel regno di chi per caso fa il poeta.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Grazia Denaro il 01/02/2012 01:05
    molto bella, trasmette serenità, piaciuta.
  • anna rita pincopallo il 01/12/2011 11:27
    bella trasmette un senso di pace e tranquillità
  • Vincenzo Capitanucci il 01/12/2011 11:02
    Oggi il Suo Tema è l'infinito...

    Bellissima Vito... un vecchio saggio con una colomba sulla spalla...
  • karen tognini il 01/12/2011 10:50
    splendida poesia...È tempo per la rondine d'arrivare
    sulle colline un bianco giglio è nato
    un vecchio saggio arriva dal mare
    a chiunque vede porge il suo saluto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0