PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Riflessioni dell'equilibrista in allenamento

Talvolta nel seguirla
poi persa si ricrea
dentro noi come

melodia gioiosa
ci rallegra
ci rinnova curiosi

stupiti sul filo
della vita.
Nonostante ostacoli

sofferenze o gioie
sensazioni, dolori
che non riusciamo

a spiegare o comunque
son risultato emotivo
nel continuo camminare.

Incerto.
Riecco la traccia
dentro di noi.

Ci orienta ancora
di nuovo scompare.
Nell'eterno andare.

Aho, stò filo.. ce sò scivolato
meno male c'era la rete di protezione!
E che bello il circo senza animali!

 

3
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Raffaele Arena il 26/01/2012 22:07
    Vi ringrazio di cuore per i vostri commenti. Un abbraccio scimmiesco di condivisione empatica a tutti!
  • Grazia Denaro il 26/01/2012 22:04
    Molto piacevole, complimenti!
  • Anonimo il 04/12/2011 17:17
    Equilibristi nello slancio emozionale: una riflessione poetica che va oltre i canoni per lasciarci un messaggio di estrema verità. Complimenti!
  • Anonimo il 02/12/2011 15:19
    Una metafora notevole... degna di un grande poeta che dipinge la vita! Grandissimo!
  • Anonimo il 02/12/2011 12:18
    camminare sul filo della vita... piena di ostacoli, senza guardar giù... per non perder l'equilibrio, bella metafora Raf un abbraccio
    carla
  • Vito Bologna il 02/12/2011 06:31
    Piacevole complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0