accedi   |   crea nuovo account

I nostri anni

Sul sentiero della vita,
perdi forza e giovinezza,
ma non darti tu tristezza,
perché a nulla servirà.

La vecchiaia avanza tutta,
su ogni viver lei si butta

non fa sconti nè favori
sia a poveri che a signori,
e pazienti oppur dottori.

Lei cammina col suo passo,
che per tutti è sempre stesso,

lei va avanti con giustizia,
quella vera e non fittizia,

se un giorno lei si arresta,
più nessuno di noi si Desta,


Quanto detto su a sinistra
non deve a noi perder la vista,
e dunque
chi vuol essere, più a lungo in forma,
prenda in man la bicicletta,

che la forza si rinnova
e a qualcuno, forse ritorna.

Ed adesso buon ciclista che
in sella sei tornato,
tu sei fiero ed orgoglioso per aver
ogni percorso, con la forza conquistato.

Il piacer di pedalare, lo presenti
col sorriso,
perché a tratti la tua strada,
sembra un sentier del paradiso

Dunque noi diciamo grazie a chi corre ed organizza,
che per l'impegno sono
sempre in campo e sulla via,
ed è per loro, che questa sera siamo
qui riuniti, in questa bella e fiduciosa compagnia.

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0