accedi   |   crea nuovo account

Gusti d'altri tempi

E, quella ossessione della sera
mi porta incessantemente
il gusto, di mareggiata che allo Scirocco obbedisce
il gusto, di olive fatte olio
e d'unguenti per farti bella
stanotte
refoli collinari, mi portano
per sentieri senza tempo
che un tempo
si percorrevano insieme verso il futuro
costellati
di fuochi oramai grigi di cenere spenta
non s'alzano
volute profumate d'essenza mai dimenticata
col respiro corto
che sa d'affanno ma non è
che sa d'amore promesso e, di certo non è
che sa, ma chi lo sa
a che servirebbe saperlo

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 10/12/2011 09:19
    Racchiudi il senso dell'antico nelle tue liriche ed anche un dolce rimpianto che non muore!
  • Anonimo il 05/12/2011 07:23
    gusti lonani... d'altri tempi fuochi grigi di cenere... essenze mai dimenticate... ossessioni dolci compagnie della sera... grarnde Ignazio... Chapeau!!!!!
    un abbraccio tra i preferiti
  • denny red. il 04/12/2011 22:33
    Molto Bella!! ottima chiusa, sempre bravo!!

  • loretta margherita citarei il 04/12/2011 19:57
    magnifica bello rileggerti amico caro

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0