username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

A volte mi vergogno di me stesso

Un'altra sera sta passando;
Una sera tranquilla, buia e silenziosa...
Ma non nella mia testa.
Lì dentro sembra una serata infernale, con una tempesta interminabile e un buio pesto.
Non riesco a girar strada,
ormai giunto ad un vicolo cieco, dei miei pensieri non capisco più nulla;
A volte mi vergogno di me stesso,
di come son fatto...
Troppo dolce, troppo sensibile, a volte troppo disponibile.
Son fatto male;
Sono troppo stupido, troppo ingenuo... Altro che troppo buono.
Piango inutilmente anche se aiuta a sfogarmi...
Penso che sia la cosa giusta ma c'è chi è più furbo di me;
Eppure non voglio cambiare perchè io sono così.
Ma a volte mi vergogno di me stesso,
troppo riflessivo...
Do tutto me stesso e non chiedo mai nulla, e mai nulla ricevo.
Ma, fa niente,
son io che sbaglio non loro...
Ma a volte mi vergogno di me stesso.

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Elisabetta Fabrini il 05/12/2011 07:57
    A volte pretendiamo troppo da noi stessi... stai sereno, vai bene così!
    Bravissimo!!
  • denny red. il 04/12/2011 22:27
    A volte.. troppo dolce..
    sono fatto male..
    sono troppo.. eppure..
    perchè io sono cosi.
    e.. non cambiare mai Gianni,
    Bellissima!!! Bravo!!!


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0