username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Dèjà vu

Sguardo
di Aleksandra,
ravvivi

il ricordo,
custodito nella Neva,

legame di carne
fra scorrere di vite.

Amata
zhencshina russa,
or ignoro il tuo nome.

Ci separarono,
è certo.
Null'altro so dire.

Ma come dimenticare
quegli occhi
di steppa e
laghi ghiacciati.

Aleksandra,
ignara testimone
di ciò che rechi

eppur ne
percepisci l'intensità.

Istanti,

tempo sospeso
fra ricordo
e oblio.

È forse questa,

Aleksandra,

l'eternità?

 

l'autore Dino Borcas ha riportato queste note sull'opera

in: Dino Borcas - Esistenze (50 storie in forma poetica, accompagnate da illustrazioni dell'autore)- Lulu. com Editore, 2011
(il libro è presente anche in versione eBook)


0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Dino Borcas il 18/05/2012 23:56
    grazie per i commenti,
    se qualcuno volesse dare un'occhiata, ho anche aggiunto il video...
  • tylith il 02/04/2012 12:34
    Mi è piaciuta molto questa zhencshina russa, questa Aleksandra che potremmo chiamare anche Sascia così in confidenza.
    Questa ragazza russa che potrebbe essere l'impersonificazione dell'eternità è molto bella. Probabilmente questo non era nemmeno il suo vero nome, perchè l'eternità non ha nome. L'eternità è un'ignara testimone di ciò che reca, mi è piaciuta molto, visiterò il sito che consigli! ciao!
  • Dino Borcas il 05/12/2011 21:53
    informazioni sul libro in: www. lulu. com
    dove è anche possibile leggere altri brani nella "Anteprima"
  • loretta margherita citarei il 05/12/2011 16:15
    molto originale apprezzata
  • Ada Piras il 05/12/2011 09:57
    Molto bella.."ignara testimone/di ciò che rechi"complimenti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0

- Il video di quest'opera -