accedi   |   crea nuovo account

Il tempo che fu

Sono tornato per entrare nel tempo
in uno stesso giorno d'estate
di un primo ricordo
nell'alba che nasce improvvisa
specchiandosi sulle acque chete del lago.

L'aria s'impregna del dolce tepore di vita
sciogliendo l'umida foschia della notte
leggera s'innalza fluttuando
distorcendo celate velate forme
emergono dal buio di un lontano passato.

L'immenso avvolge mentre l'attimo espande.

Libero nella gioia d'essere
lascio il freddo fremito di morte vibrare
nel tempo non mio che scorre.

Sono sceso dalla vetta del monte
nel mio mondo di silenziose attese
bambino che ride tra i fiori
dove tutto è pianura,
le rocce nubi
l'amor è un canto di una vita senza età
ferma d'incanto
in un tempo che fu.

 

2
7 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 27/01/2016 08:41
    apprezzata... complimenti.

7 commenti:

  • Dora Forino il 08/12/2011 19:54
    l'amor è un canto di una vita senza età
    ferma d'incanto
    in un tempo che fu.
    Evocativa, gradita.
  • Anonimo il 06/12/2011 12:21
    bellissima lirica... che magistralmente descrive un tempo lontano... metafore ben scritte... complimenti
    carla
  • loretta margherita citarei il 05/12/2011 16:20
    molto apprezzata complimenti
  • Alessia Torres il 05/12/2011 15:44
    Sembra quasi essere trasportati in un tempo non ordinario, dai contorni ed aspetti surreali, con una magia che scaturisce immediata dai tuoi versi!
  • Elisabetta Fabrini il 05/12/2011 13:35
    Verso raffinati ed emozionanti... i miei complimenti!
    Bravo Bruno!
  • Ada Piras il 05/12/2011 11:04
    Vi leggo un ritorno alla vita, libertà, amore.
    Molto bella.
  • senzamaninbicicletta il 05/12/2011 10:28
    elegante nei versi una poesia che mi piace

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0