accedi   |   crea nuovo account

Il bacio di Natale

Sotto
un bacio di vischio

le nostre labbra

sono festose

rosse gioiose

s'incollano
a parole dalle guance sincere

modificando
in parte
l'attitudine dei nostri reali

Natale
sia per Noi
anche una Pasqua

perduri a lungo
si prolunghi questo bacio oltrepassando il cuore verso l'Alto dell'Altro


come una nuova nascita sprofondata nel vento

di un Amore risorto nella fonte di ogni bene

capiremo
nello scintillio di calici in cristallo traboccanti di un liquido dorato
il nostro vero io

in si sto

" Capi al remo su straordinarie onde Ramate"

Oggi
non si sale più in paradiso

è
il paradiso a scendere sul nostro viso in abito da Sposa

Trema
il mio viso
sulla luce di questo mare

rema
Amore mio
nel verso giusto

senza spaccarti i reni su indefiniti treni in fusi orari del Sole

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 05/12/2011 18:06
    Questa poesia scritta per il Natale è un inno a tutto ciò che questa Festività evoca, il tutto deliziosamente adornato dalle immagini allegoriche e rituali:il vischio, i colori e le luci, con la libertà metrica dei versi, come solo un grande Poeta sa fare.

10 commenti:

  • pauline buono il 14/01/2012 12:35
    molto bella, trasmette vivide emozioni... la festa paragonata all'emozione di un bacio, molto bella! complimenti!
  • cristiano comelli il 05/12/2011 19:58
    Bellissimo, avvincente, questo concetto delle labbra che modificano l'attitudine dei nostri reali.
    È come se due labbra che si congiungono dicessero al tempo che ha perso la battaglia della sua volontà di soffocarci come stringente trascorrimento; il bacio sospende il tempo e, allo stesso tempo, lo rende speciale, eterno, immortale; e ogni bacio non ripete il tempo, ma gli conferisce un colore differente. Buona anche l'intuizione del Paradiso che scende in noi. In effetti dobbiamo riscoprirci, nel nostro atto puro di amare, demiurghi di un Paradiso fatto di attivazioni reciproche di sentimenti che giocano a modificarsi continuamente per migliorarsi. Il sentimento, se diventa incomprimibile in una definizione, è davvero tale. Ecco cosa sa donare un bacio sotto il vischio: incomprimibilità dell'amore nello spazio ed eternità che mette in scacco il tempo. Bravo Vincenzo. Cordialità.
  • Anonimo il 05/12/2011 18:00
    Maestro Vincenzo, qui raccogli tutta la sensibilità e la voglia di un mondo migliore... l'Amore diventa sempre il motore di tutto... sei sempre più immenso!
  • Elisabetta Fabrini il 05/12/2011 13:38
    Particolare poesia, ma intensa e sentita;
    sei sempre più bravo..., dove vuoi arrivare?
  • Anonimo il 05/12/2011 12:10
    Grande giocolliere della parola, Vincenzo... doppi e tripli sensi per un augurio esortativo ad essere migliori. Poesia piena di disponibilità verso l'Altro, essenziale per un Natale d'amore. bellissima poesia... rema, amore mio, nel verso giusto... ci vuole la bussola, miei cari e quella bussola è l'amore Universale. ciaociao grande.
  • Anonimo il 05/12/2011 11:30
    poesia magica, per un magico Natale... augurio bellissimo è il paradiso a scendere in terra... bella Vincenzo molto bella
    ti abbraccio carla
  • Ada Piras il 05/12/2011 11:18
    Natale/ sia per noi/ anche una Pasqua..
    rema/Amore mio /nel verso giusto..
    "Il bacio di Natale".. Un bacio virtuale ma che arrivi reale.
    Sei un fenomeno..
  • Anonimo il 05/12/2011 10:59
    Che "magia simpatica" quest'insistenza!!!
    Così semplice che scivola tra le mani come la memoria eterna dell'Acqua.
    Un senso dell'esistenza allo stato puro, teletrasmessa in sincronicità totale.
    Sperimentarti così è una goduria assoluta, indescrivibile... a parole...
    Scusami, spero non averti infastidito...
  • karen tognini il 05/12/2011 10:46
    E come sempre Vincenzo mi sorprendi... remando nel verso giusto... verso un liquido d'oro del nostro io...

    Meravigliosa Vince...
    un bacio di Natale...
  • senzamaninbicicletta il 05/12/2011 10:41
    molto bella e movimentata, ma non capisco alcuni versi

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0