accedi   |   crea nuovo account

Gitana del cielo

Mirar nel districarti
tra nugoli di cespugli assorta

Brucarti in respiri
tra cerulee praterie
e sconfinare i tuoi limiti
oltre gl'erubescenti
gemiti del crepuscolo

Corolle di cielo
disfoglia lo sguardo
seguendo i tuoi alisei
sospingerlo al culmine
del battito della sera

Carezzo la eco
che lascia di te
la notte nella quiete

Lecco nell'albeggio
l'orme impresse
versate sul mio letto.

 

1
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 06/01/2012 23:25
    E una poesia sui sensi, sull rivolgersi a qualcuno che può essere o meno presente. Con figure raffinate. Particolare.

3 commenti:

  • Giacomo Scimonelli il 20/12/2011 11:37
    davvero notevole... complimenti
  • Anonimo il 20/12/2011 11:33
    molto bella... ben scritta versi ricercati complimenti
    carla
  • senzamaninbicicletta il 05/12/2011 14:12
    bella lirica molto elegante nei versi

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0