accedi   |   crea nuovo account

Il tetro pomeriggio di piazza Alimonda

La pace era un'inquieta ballerina
in cerca di cuori
da avvincere a filastrocca di danza
perchè il domani
più non giocasse
la carta tagliente della paura
al tavolo del suo domani;
danzavano bandiere
in una libellula di vento
una sarabanda di giovani
sbarcati dall'ombra
della loro inquietudine strisciante
desiderosi
di chiamarla per nome
per esserne fieri domatori
sfilavano cullati
da una lanterna eburnea;
le mani di Carlo
battevano ancora ignare
cuore di bambine
ma si ritrovarono morse
da un ragno madido di follia
che vi dipinse un estintore;
un lancio feroce
una camionetta intrisa
di tensione e confusione
e Carlo fu soltanto aria
giovane lacerato
dalla luce squarciante
di un momento di pazzia.
Per piazza Alimonda
estrasse la storia
da un armadio di sangue e violenza
il vestito pungente delle lacrime,
quell'andare troppo avanti
da non riuscire più
a capire da dove si era partiti.
La memoria graffiò incandescente
gli occhi di chi vide e visse
Genova
fiera matrona operaia e sindacale
si scorse impotente;
assurdo, rivoltante
gioco di scacchi
bagnati di ideologia
cercare colpevoli o carnefici;
canta un imperativo
in uno spartito inquieto
di un sole che profuma
di porto e riviera;
l'esistenza più non somiglierà
al serpente di un vigliacco fortunale
solo se saprà ammantarsi
di una rinnovata coesione sociale.

 

5
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 17/10/2015 00:10
    apprezzata... complimenti.

2 commenti:

  • STEFANO ROSSI il 08/12/2011 14:33
    Carlo vive nei nostri pensieri! bravo ottima poesia Cristiano.
  • loretta margherita citarei il 08/12/2011 05:17
    ERANO ALTRI TEMPI, QUANDO SI AVEVANO IDEALI E LA POLITICA NON ERA SCESA A LIVELLI INFIMI COME LO è ADESSO, BELLE QUESTE SUE POESIE, RIEVOCATIVE, COMPLIMENTI

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0