accedi   |   crea nuovo account

Al dolore

anche se
hai graffiato la mia anima
stretto tra i tuoi artigli il cuore

scolpito sul mio viso tristi pensieri
tolto ogni mia sicurezza
fiaccando il corpo e lo spirito

fino a rendermi ombra di me stessa
relegandomi nella valle della morte
gemendo, pensandoti vincitore

ho visto, però,
un raggio di sole sforare
fitte tenebre, la neve danzare
su prati spenti,

gemme spuntare
su rami rinseccoliti
e farfalle, dopo ogni temporale,
sgrullare le ali e di nuovo volare.

Ho sentito la pioggia
sulla pelle arsa
e nonostante te
ho gridato che... la vita è bella!

Ed ora...
sbattesse pure il vento,
urlasse la tempesta!

Come il girasole
sempre e comunque
guardo verso il sole.

 

4
8 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 09/12/2011 15:50
    Questa poesia va interpretata come sfida al dolore, che ci insegna ad amare ancora di più, vincitrice tra l'altro del dolore stesso.
  • cristiano comelli il 08/12/2011 14:30
    Da questa poesia come di consueto molto ben calibrata sul piano formale e contenutistico trarrei un messaggio fondamentale: il dolore ci sfida ad amare di più.
    Nella mia vita ho questa strana sensazione, strana ma piacevole. Più vogliono indurmi alla sofferenza, più mi inducono a imboccare il sentiero contrario, amare, amare e ancora amare. La sofferenza, in fondo, va considerata, questo almeno a mio modesto avviso, come un modo particolare dell'amore di manifestarsi. È il modo che intende verificare fino a qual punto intendiamo provarlo e dargli fiducia. La sofferenza è la mano di vernice nera che si vuole offrire al pennello del nostro rosa, rosso o bianco, scelga lei la tinta cromatica, per negarsi e scoprirsi amore compiuto. In noi. Cordialità e complimenti.

8 commenti:

  • Assunta Baldi il 15/12/2011 13:39
    un inno alla vita, fatto partendo dal fondo di un dolore, dal buio più nero, dove nonostante tutto c'è sempre un germoglio... sempre una speranza ed è giustamente a quella che si deve guardare ogni volta.
  • mirtylla il 09/12/2011 14:29
    Versi bellissimi aperti alla speranza, non bisogna mai arrendersi al dolore, brava!
  • Orazio Claveri il 09/12/2011 09:16
    Bravissima Loretta, riesci sempre a farmi vedere. . . la luce
  • Ada Piras il 08/12/2011 22:08
    Che bella.. Un bella visione di fiducia ancora nella vita.
    Bravissima..
  • angela testa il 08/12/2011 21:25
    questo e vivere seneni nel cuore... guardare sempre il sole... prima o poi brillerà per noi...
  • Stanislao Mounlisky il 08/12/2011 11:54
    brava, versi in salita, anzi in volo verso un nuovo sentire
  • Elisabetta Fabrini il 08/12/2011 11:41
    Ma siiii, dobbiamo sempre guardare verso il sole e lasciarsi la notte con le sue ombre alle spalle...
    Brava Lor!!
  • Michele Galantino il 08/12/2011 10:53
    L'amore è guerra?
    Mi richiedono un più lungo commento ma l'essenza è quella vivi in guerra? Io sono un uomo di pace... ti piace?

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0