PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'ultimo treno

ho camminato piano
mentre un vento
freddo di tramontana
sferzava il viso

ho camminato piano
pensando di deviare
il letto d'un fiume
solo con la volontà
o al massimo col pudore

ho camminato piano
verso l'ultimo treno
di una lettera d'amore
che prudentemente non ho spedito

ho camminato piano
e il vento m'ha dimenticato
il fiume è tracimato mentre
il foglio d'amore
è rimasto lì sul tavolo

ho camminato piano
e il treno di mille parole
- mute come ricordi -
puntuale come la mezza
è partito senza di me

 

4
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Anonimo il 11/12/2011 17:13
    il fascino dei treni è forse anche questo... ti fanno viaggiare anche quando li perdi... molto intensa!
  • mirtylla il 09/12/2011 14:21
    Veritiera, alle volte si va' "piano" pensando di prendere il prossimo treno... ma quello sarà perso per sempre...
  • stella luce il 09/12/2011 13:32
    versi molto belli, pieni di nostalgia... ma come il treno può portarci via qualcosa in cui abbiamo sperato, sono anche certa che possa ritornare e fare le stesse fermate e magari saremo più pronti per poterla affrontare e magari quella lettera non solo scriverla ma ancora meglio prendere il nostro amato e dirgli guardandolo negli occhi tutto quello che sentiamo... le parole sono importanti ma il vedere la reazione della persona è tutta un altra cosa... il suo sguardo dice molto più di tante parole..
  • karen tognini il 08/12/2011 23:10
    Splendidi versi... un treno perso.. un'occasione mancata...
    ma la vita riserva sempre sorprese basta saperle cogliere...
    bravo...
  • angela testa il 08/12/2011 21:15
    Mai piangere un treno perso, ma mettercela tutta per prendere il prossimo... bellissima... letta con molto piacere...
  • Vincenzo Capitanucci il 08/12/2011 12:03
    Splendida Manì... un incanto.. creativo...
  • Stanislao Mounlisky il 08/12/2011 11:52
    versi tristi come le occasioni perdute... bravo
  • Elisabetta Fabrini il 08/12/2011 11:24
    Bellissimi e lenti i tuoi versi... fanno riflettere sulle occasioni che non abbiamo saputo cogliere...
    bravissimo!!
  • mariateresa morry il 08/12/2011 10:40
    Molti terni partono nella vita senza di noi, anche perchè spesso non siamo pronti per salirci sopra. Mi è piaciuta molto la cadenza di questi versi, in particolare quello sulla lettera d'amore prudentemente non spedita. Anche quello è coraggio! Molto bella, ciao :

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0