accedi   |   crea nuovo account

Il peto e l'amore

Vorrei scriverti del mio cuore
poi tu mi sgrideresti ancora.
Osservo un silenzio amplificato
dal dolermi del mio dolore.
Dove urla il gabbiano accecato
la sardina schizza allegra di salso.
Mare che non fosti complice
quando ti mancai di rispetto?
Culo, se non sapessi nuotare
t'annegherei nello sterco, tu
che mi costringerai per sempre
a chieder elemosine d'amore
rispetta la mia amata e non petare
indifferente alla sua assenza.

Ora tace, forse anche lui ti ama.

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Nico Posillipo il 29/07/2013 20:36
    ahhaha che bella questa poesia è riuscita a farmi sorridere tanto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0