PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

A Ivan Graziani

Chitarra
ammantati del profumo della festa,
un altro concerto
chiede i tuoi baci incandescenti;
siedi qui,
intanto che le luci si compongono
mai salii a cavallo
delle parole più belle
per farti dono di quel tracciato
che mi conduceva ad amarti davvero;
ora è il momento
per dirti
che negli occhi commossi delle tue note
ho racchiuso la conchiglia di Lugano
nell'estasi di un amorevole addio;
furono le tue corde,
lo so bene
a fendere l'oscurità
di un sadico trascorrere dei giorni
per donarmi per sempre
l'immagine profumata
di salvia e mandorle
di Agnese che saliva sul manubrio
per viaggiare leggiadra
nel parco di cristallo
dove aghi di pino d'amore
attendevano di arrampicarsi
sui nostri passi anelanti di gioia.
Chitarra
ora dolce ora ruvida
adesso comprendo
che quando la notte stavi sveglia
e mi osservavi
dialogare con i miei sogni
eri a disegnare una nuova canzone
di cui io fossi messaggero.
Tenera Anna Maria,
compagna discreta e intensa
di questa breve esistenza mia,
nello sguardo dei nostri ragazzi
troverai sempre
il tepore dei suoni
di cui fui padre e figlio;
dì agli ipocriti e ai perfidi
"Maledette malelingue"
che la musica mi ha donato
e io ti ho lasciato
la daga di ineffabile lucentezza
con cui li annienterai.
Tuo Ivan.

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Ada Piras il 09/12/2011 22:43
    Bellissima.. tantissimi complimenti.
  • cristiano comelli il 09/12/2011 22:23
    Ecco cosa disse il grande Ivan, magari già lo sapete, un giorno in cui lo intervistarono: "ragazzi, fate tanta musica, suonare bene fa crescere". Un grande autore e un grande uomo. Che mi manca davvero molto. Ma per fortuna le sue incisioni sanno salire più in alto della morte. Cordialità.
  • loretta margherita citarei il 09/12/2011 20:59
    splendida, un cantautore che mi piace molto, lo mettevo spesso quando 34 anni fa facevo lo speaker in una radio privata, continuo ad invitarla a farne un libro, sono notevoli ed originali, mi complimento
  • Anonimo il 09/12/2011 19:54
    Altra perla dal tuo scrigno... si legge e rilegge sempre con lo stessa emozione e i titoli delle canzoni riportano quelle note!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0