username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La scorciatoia

Ho dimenticato la via più corta,
la scorciatoia che mi portò
ad un passo dalla soluzione
dell'enigma più antico.

Vago per i boschi
e mi graffio le gambe,
perché sono vecchio,
non ho gli strumenti
per evitare le punte
e le spine più sporgenti.

Intanto prendo appunti
su un foglio verde,
improvvisato come tutto
quello che da millenni
mi cade addosso.

Ma non mi lascerò andare
alla tentazione
d'abbandonare il corpo,
anche quando sarò allo stremo,
anche quando capirò
che la scorciatoia
che m'accese il viso
è una chimera,
inaccessibile
a chi ha sete di verità.

 

3
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Aedo il 10/12/2011 23:53
    Poesia bellissima: anche quando crediamo di essere arrivati stremati quasi alla fine, abbiamo la possibilità di dare una svolta e ricominciare. La scorciatoia è dietro l'angolo: aspetta solo noi.

2 commenti:

  • Vilma il 10/12/2011 13:43
    versi molto significativi e toccanti... piaciuta molto
  • gina il 10/12/2011 10:58
    Molto bella! Mai arrendersi, bravo!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0