PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ladro di parole

Chiamero' a raccolta vento e pioggia
per disperdere vocali e consonanti
in aria e terra,
le stropiccero' anagrammandole,
le pilucchero' come acini dalla tua mente
assaporandone il dolce succo...
Rubero' ogni tua parola
per capire dove sarai domani,
cosa stringeranno le tue mani
quando tornerai da me.
Ascoltero' ogni tuo sussurro,
amplificandolo,
fino a sentirne ogni sfumatura,
come arcobaleno fatto di suoni
al posto dei colori, vivaci e lucenti...
Chiamero' a raccolta sogni e pensieri,
che plasmero' come morbida creta
a formare nuove frasi da cantare piano,
quando le nostre anime saranno tristi...

 

3
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 22/06/2012 19:23
    è bellissima! solo chi è veramente innamorato può scrivere queste parole
  • senzamaninbicicletta il 11/12/2011 08:59
    poesia molto ben scritta, complimenti
  • Ada Piras il 11/12/2011 08:22
    Per me eccezzionale.."le piluccherò come acini dalla mente"
    Bravissimo..
  • loretta margherita citarei il 11/12/2011 05:58
    gradevole bella poesia complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0