PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La Morte della Vita

Giace latente nel nigro aere
quel sentimento perduto,
ch'è la forza motrice
d'ogni cosa sempiterna.

Nel mare di tenebra
si perdono, i colori
delle rose rosse di passione,
richiamando a se i supplicanti
che son in attesa della pace.

Avvolto dal manto del dolore,
nero come la notte,
doloroso, come la vita stessa
irto di spine metalliche.

Giacchè morir non si può
senza prima varcar la soglia della vita,
così s'ha da fare, in questo mondo di guerre
che in eterno ci struggono.

Nel periglioso cammino del mondo,
laddove ci si uccide tra fratelli,
la luce par venir meno
e tutto s'inabissa,
nella notte.

 

2
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 15/12/2011 15:04
    purtroppo a volte la vita ci appare un cammino irto e doloroso... guerre, calamità, ed hai ragione ma ci sono anche tante cose belle gente buona... a volte basta saper guardare... comunque molto bella questa tua lirica Slavatore l'ho trovata intensa e ben scritta complimenti di cuore carla

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0