PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'Altro presepe

Salgono al cielo
i passi dei santi e i malfattori
appaiati a quelle scarpe strette
che sempre più ci fanno male...

del perdono si fa scudo
quella religione di facciata
la sola che riesce e mette a nudo
Angeli e santi sui gradini di navata...

immagino i presepe acconci
di quelle case linde senza buffo
che tra le case e i laghetti di stagnola
hanno in bella vista ville e reggie
tra l'umil dimora...

e quel Gesù che scarta paglia
e al suo fianco SUV e Fuori strada
e nel laghetto, panfili e yot d'altura
ed in quella stalla senza mura
caviale e champagne d'annata...

bivacchi di pastori e pecore
Merinos,
disseminate tra campi di golf
e ville signorili!

 

4
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • loretta margherita citarei il 13/12/2011 17:01
    una bella poesia, profonda denuncia contro l'ipocrisia di chi è usueto al consumismo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0