accedi   |   crea nuovo account

Civetta del Nord

Salgo verso orizzonti nuovi
Sconosciuti, miti di storia passata
E di altra storia
Querce secolari che riposano
il loro freddo inverno aspetta il sole
per nutrirsi, e una foglia cade giù
diventa bianca nella candida neve
di un dicembre da scoprire

un focolare poco più in là
riscalderà alcune tribù
del nord
che il cielo farà nascere l'alba
ad ogni notte di luna piena
e tu che te ne stai lì a scrutare il mondo
e quell'universo con i tuoi occhi riversi
a questo panorama Paradiso
che narrano la tua saggezza

neve bianca come te civetta del nord
Neve che cade lenta
Brina di montagna che scorre

Un cavallo poco lontano da te
Sorseggia l'acqua del fiume
E ti chiede se hai freddo o no
E ti chiedo che cosa vedi e cosa no
E ti saluta correndo via
Con la sua elegante maestosa poesia

 

4
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • karen tognini il 19/12/2011 16:09
    Bellissima poesia Giuliano...
    osservando la natura...è magia...
  • Giacomo Scimonelli il 19/12/2011 11:03
    semplicemente stupenda.. versi ottimi...
  • stella luce il 16/12/2011 23:14
    concordo con Carla pare di essere in una fabia... bellissimi versi dedicati ad un animale molto molto speciale... almeno per me!!!!
  • Anonimo il 15/12/2011 18:56
    che bella giuliano sembra di entrare in una fiaba... direi magica complimenti carla
  • anna rita pincopallo il 14/12/2011 09:37
    bravo molto bella versi coinvolgenti e delicatamente freschi
  • Ada Piras il 14/12/2011 09:21
    MERAVIGLIOSA.. anzi MAESTOSA.. complimenti...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0