PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La mia rotta

come naufrago nel mare
mi aggrappo al timone dei tuoi seni
fantastico appiglio
per le mie mani che tremano il dolore
tu come spiaggia accogli la mia onda
che si scarica impetuosa nei tuoi fianchi...
tu come acqua
ti lasci attraversare dal mio corpo
e attraversi il mio corpo a tua volta
come un soffio di vento tra foglie di alberi
tu mare tramonto e poi luna
ad asciugare le gocce di sudore...
sudore come tributo alle corse,
ai sentimenti, ai morsi ed agli affanni
asgiuga quste lacrime
con dolcezza di parole e di calde carezze
asgiugami con gesti antichi e sempre nuovi,
con i gesti dell'amore che non passa
stringimi e guarda il giorno con fiducia

 

4
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 03/02/2014 14:37
    Molto apprezzata, complimenti.

2 commenti:

  • Giacomo Scimonelli il 20/12/2011 23:15
    verseggiare chiaro e limpido.. versi che sgorgano da un cuore sensibile capace di leggersi dentro
  • Ada Piras il 15/12/2011 22:28
    Accostamenti di passione in versi

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0