PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La Vigilia

U cielu 'e stelle
s'appiccia,
ma una sulamente
'cchiù luce fa,
è la Cumeta;
nu puviriellu
dintu e sacche
se guarda
e niente tene,
attuornu a issu
se guarda
e nisciunu
lu degna
'e nu sguardu;
isa l'uocchi
in alto
e sta Cumeta
vere,
e la via che
a lu Principu 'e l'Ammoru
porta, segna;
chianu chianu,
tomo tomo
a segue,
ed è anco pe' issu
la Vigilia
de lo Nato Salvatoru.

 

4
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • denny red. il 17/12/2011 01:41
    Bella!!! Don, poi qundo ci metti pure il tuo modo..è Poesia.
    Ciaooo.. Un caro Saluto! Don.
  • - Giama - il 16/12/2011 23:58
    Splendida opera!
    bravissimo!
    ciao Gia
  • Stanislao Mounlisky il 16/12/2011 17:46
    dolci versi, una bella prova di padronanza del dialetto
  • Giacomo Scimonelli il 16/12/2011 16:16
    una ''delizia''il tuo musicale verseggiare..
  • roberto caterina il 16/12/2011 16:04
    Che bella descrizione Don Pompeo dell'avvento e dell'attesa...
  • Anonimo il 16/12/2011 15:51
    bella questa descrizione della Vigilia di Natale bravissimo Don

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0