PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Cantori

Situazioni senza zone
si perdono in pacchi intrisi
d'intrecci postali:

labirinti lugubri e lobotomie lombari
l'uscita s'intravede
ma il filo della defunta Arianna
è triste e attorcigliato.

Prigione con sbarre e rasoi di diamante
la mia mente m'intrappola
e il rosso disgiunto dal nero
smentisce Aristotele
e gli altri cantori di fandonie.

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 18/12/2011 14:46
    leggendola ho provato una grande confusione mentale, uno stato di caos, come se la mia mente si fosse persa in un mare di idee contorte, anche se alla fine sono riuscito a venirne fuori smentendo molte fesserie dei tempi passati e di quei fessi cantori. ho cercato di immergermi totalmente tra le tue parole. Ciao Stefano sei molto bravo!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0