accedi   |   crea nuovo account

Il Nuovo Mondo di Rea

Farfalle di pelle rosa
Fiore di pesco
Volano leggiadre
Tra i monti del Dio Odino
Trovano fragore e lucente splendore
Di felicità allegra

Lupi selvaggi belli come la luna
Le cantano il loro dolore
del mondo la sfortuna
E un fiume si aprirà così come
Un mare che volerà
Negli abissi e le maree

L'aquila dal bianco muso
E del corvo il suo benevolo e malefico sorriso
E la natura si alzerà al cielo maledicendo un umanità
Inutile

Camminando tra i verdi fiori bianchi
Di ghiaccio e neve
Orchidee e tulipani
Il miracolo d'inverno
Su questa terra dipinta
Come tela da una dea
Su questa radura di monti gelidi e fatati
Come oceani
E intanto l'angelo senza Nome ritornerà
Dalle tenebre per battezzare
Un nuovo mondo con un nuovo nome

Un nuovo sogno con un nuovo figlio
Come un giglio un nuovo mondo
Con un nuovo amore
Che porterà il suo nome

 

3
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 20/12/2011 20:56
    poesia particolare... animali totem... che portano in altre dimensioni bravissimo giuliano complimenti
    tra i preferiti carla
  • Vito Bologna il 19/12/2011 23:23
    piaciuta letto con interesse
  • loretta margherita citarei il 19/12/2011 21:49
    particolare, originale, piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0