accedi   |   crea nuovo account

Siddharta e Noi

Nel mio letto
disse il fiume
scorrono
le melodie più belle dell'intelletto umano

fra argini di terra
le mie acque silenziose

sconfinando in correnti di luce

s'uniscono alle Tue parole d'immensa azzurrità

trasportando gli occhi della nostra mente levigata in specchi d'anima verso l'ente del mare supremo

il mio cuore
batte in ore serene
gonfie di piogge baldanzose di cielo

rivelando
ai nostri corpi

l'oro

di un Amore eterno

nato
fra di noi

in essenza d'essere

nei serpeggianti meandri di un tempo di vita
fecondo
al fluido ascolto di ogni secondo

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 20/12/2011 22:14
    L'Autore Vincenzo capitanucci non cede mai di una frequenza e con la sua trionfale rotta di Condottiero a largo spettro vibrazionale cattura le energie intorno a sé in un vastissimo campo e le conduce deciso e irremovibile verso dove tutti dobbiamo andare: alla Fonte primigenea, dove tutte le Acque convergono. La sue è una straordinaria capacità di catalizzare vari livelli di vibrazioni nell'onda comune chi ama seguire questo splendente Faro d'Amore!!!
  • Anonimo il 20/12/2011 21:39
    Vincenzo Capitanetti lo classifico, se così posso dire, un Poeta a tutto raggio, oniricità e lirismo si amalgamano, fino ad omogenizzarsi in espressività filoosofiche, finanche mistiche. Ma oso anche dire che il suo modo di scrivere è carismatico. Leggendolo, di quest'ultimo, ne sono coinvolta.
    Federica Continis
  • cristiano comelli il 20/12/2011 17:08
    Sempre premettendo che le tue poesie mi lasciano davvero sempre una sensazione di estasi, mi avvince in modo particolare il fatto che, nel verso d'esordio, dai voce al fiume.
    L'acqua, in effetti, sa raccontare davvero quanto siamo e, se l'ascoltiamo veramente, nel suo scorrere dolce e maestoso al tempo stesso, sa indicarci il vero ritmo con cui dobbiamo approcciarci alla vita. L'acqua ci insegna il valore del silenzio, il senso della dolcezza, e con il suo eterno scorrere ci sa infondere la consapevolezza che nulla di noi passa, anche se il tempo sembra con la sua velenosa apparenza indicare l'esatto contrario. Infine un plauso per il riferimento a Herman Hesse attravrso il Siddharta. Sei proprio un poeta nato. Cordialità.
  • senzamaninbicicletta il 20/12/2011 05:30
    ricerca letteraria del Tutto, il fiume come progetto, musica della vita. ascolta il fiume nel suo canto polivocale trasponendolo in sentimenti pronunciabili con una sola parola: amore. Complimenti Vincenzo

10 commenti:

  • Salvatore Maucieri il 20/12/2011 21:39
    Bella Vincenzo, come sempre ci omaggi di versi stupendi. Grazie per quello che ci regali. Ne approfitto per augurarti buone festività. Ciaooooo
  • Don Pompeo Mongiello il 20/12/2011 18:56
    Un laudo sincero e dovuto per questa tua eccezionale!
  • Ettore Vita il 20/12/2011 18:27
    Siddharta, seduto lungo il fiume che gli narrava della vita, imparò l'arte dell'ascolto. Ovvero l'arte più difficile.
    Auguri e complementi.
  • Anonimo il 20/12/2011 17:53
    Ecco una grande poesia che trascende... a volte riesci a superare anche te stesso. Meravigliosa e calzante quella metafora del fiume e l'accenno a Siddharta mi ricorda l'incontro tra spiritualità e sensualità. Anche un mezzo agnostico ateizzante come me può restare incantato dal misticismo di una religione non religiosa. ciaociao, grande. lunga vita a te e a tutti quelli che ti sono cari, quindi anche a me... ahahah... giusto?
    Auguroni per te e per il tuo Amore... un abbraccio tenero... ho paura di farti male... ahahah
  • Ada Piras il 20/12/2011 16:56
    Nel titolo già c'era la tua firma d'autore... Bellissima.
  • silvia ragazzoni il 20/12/2011 12:56
    Poesia incantevole come sempre le Tue.. Complimenti Vincenzo!!
  • Bruno Briasco il 20/12/2011 11:04
    Sei una fucina inesauribile di emozioni e sensazioni caro Vincenzo. Gli elogi li meriti tutti. Augurissimi sinceri!
  • karen tognini il 20/12/2011 07:14
    Stupende Emozioni in questa tua lirica Vince...
    Bellissimo questo letto dove l'Amore scorre verso un grande mare d'Eternita'd'Amore...

    Mi incanti sempre... sei eccezionale!
  • senzamaninbicicletta il 20/12/2011 05:32
    ancora una bella poesia, ma stavolta c'è di più
  • loretta margherita citarei il 20/12/2011 05:27
    veramente notevole, sei un vulcano cap, bravo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0