accedi   |   crea nuovo account

Amore è odio

non c'è amore nel perdono
il rancore lo impedisce

l'inerzia della rabbia
impazzisce il cuore

e la mente è sopita
in un oblio di dolore

l'amore - quello vero -
è odio che non perdona

 

l'autore senzamaninbicicletta ha riportato queste note sull'opera

questa è l'ultima della serie "nera" un periodo molto brutto di qualche anno fa in cui le mie poesie avevano appunto tratti molto tristi


un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 20/12/2011 18:14
    Una poesia scritta con convinzione del suo contenuto, versi che si leggono piacevolmente, in quanto musicali e quindi scorrevoli, ma l'amore per me è l'opposto dell'odio, magari si cambiano i ruoli.

27 commenti:

  • Filippo Minacapilli il 30/05/2012 12:35
    Penso che chiamiamo "odio" l'immensa sofferenza che si vive quando un amore "finisce" per cui vien meno la reciprocità di tale sentimento. E, dentro, vi è quasi sempre l'intima speranza che esso possa riesplodere...
  • Teresa Tripodi il 24/12/2011 12:11
    sono due sentimenti equivalenti sia l'amre che l'odio se uno non esiste nemmeno l'altro esisterebbe... forte espressione la tua mi piace qusta mano decisa in ciò che scrive... una cosa sola mi spaventa non è ne amore e ne odio ma l'indifferenza.
  • augusta il 21/12/2011 18:16
    scusami ho visto adesso il commento.. accidenti...
  • augusta il 21/12/2011 18:14
    che dirti non trovo più il mio commento che ho fatto circa 2 ore fa... bravissimo...
  • mariateresa morry il 21/12/2011 15:55
    MirtY, il tuo secondo intervento è già meno, come dire, " sanguigno" del primo e sono anche d'accordo con te... avevo solo sentito di controbattere ad una certa idea dell'amore " vero"... devo poi aggiungere una cosa, essendo io prossima ai 58 anni, e credo di aver visto abbastanza della vita, ho notato che i giovani sono sempre molto " tranchants" nei giudizi e nelle opinioni... mentre l'esperienza della vita poi, livella molte ma molte cose... per fortuna...
  • augusta il 21/12/2011 15:27
    sono d'accordo con te... l'amore quello vero è odio che non perdona..
  • mirtylla il 21/12/2011 11:45
    Le discussioni aprono orizzonti nel confronto, guai se non ci fossero...
    Voglio dire a Mariateresa che l'odio è parente stretto dell'amore ed è anche il suo contrario, questo per dire che non c'è da meravigliarsi se un amore forte si tramuta in odio, certo questo avviene in date circostanze, e menomale... non è certo la prassi, ma può avvenire e capisco chi ne patisce.
    Anche l'odio come l'amore è un sentimento che nasce spontaneo, sarà il peggiore di tutti, ma l'uomo lo possiede in se' e lo possiede per arginare una ferita profonda, Dio non ce lo ha donato a caso.
  • Piero Simoni il 20/12/2011 19:37
    Non entro nel merito dell'amore-odio, ma sono felice che il periodo brutto sia passato, purtroppo nella vita ce ne sono tanti!
  • senzamaninbicicletta il 20/12/2011 19:19
    che bello aver scatenato questo dibattito. la poesia è nata da una sensazione reale che non ripudio e anzi rafforzo ancora oggi, mirtylla si è avvicinata molto al mio pensiero: "L'amore quello vero, è odio che non perdona, dici? Certo chi ama con superficialità non spende fatiche ad odiare perché non gliene importa poi tanto, solamente chi ama nel profondo può odiare chi ha frantumato il suo amore" in effetti è quasi così, voglio dire che l'odio di cui parlo è un rancore inevitabile che nasce proprio dall'amore. se non ci fosse amore non ci sarebbe odio e questo me lo conferma anche catullo.
    Comunque tutto mi aspettavo tranne che questo dibatti accesisssimo e ringrazio coloro che vi hanno partecipato con le loro idee.
    Vi abbraccio tutti augurandovi delle ottime feste
  • mariateresa morry il 20/12/2011 17:59
    Condivido l'ultima frase del commento di MIrtilla... MI spiace invece del suo convincimento per cui - mi par di capire -amerebbe con superficialità chi non arriva da odiare... Ma dico io? Possibile che un sentimento così negativo, il peggiore tra quelli umani, ossia l'odio, possa essere elevato a cartina tornasole della qualità di un amore? Non spende fatiche ad odiare, leggo, perchè non gliene importa poi tanto... ma non è assolutamente così... e poi : solo chi ama nel profondo può odiare chi ha frantumato il suo amore. Allora - deduco - nell'argomento che ci interessa dovremmo ritenere che il risentimento estremo è contro colui che non ha capito o voluto il SUO amore... entriamo in un concetto possessivo e personalistico... chi non vuole il MIO amore che io reputo profondo e assoluto, merita il mio odio? .. Non sono d'accordo. Si può amare molto e profondamente, conoscendo amarezza, tensione e senso di sgomento... ma arrivare all'odio è cosa troppo grande ( per me...)
  • mirtylla il 20/12/2011 17:22
    A parer mio il perdono è di chi non ha volontà di lottare e vuole stare in pace con sé stesso, lottare per un torto richiede forza fisica e mentale, che in molti non hanno, ecco che allora perdonano non tanto per bontà ma proprio per mettersi tranquilli e proseguire la loro vita senza pensarci più.
    L'amore quello vero, è odio che non perdona, dici? Certo chi ama con superficialità non spende fatiche ad odiare perché non gliene importa poi tanto, solamente chi ama nel profondo può odiare chi ha frantumato il suo amore, e sotto questo punto di vista potrei essere d'accordo...
    Il perdono comunque è un sentimento e non può essere insegnato da nessuno perché nell'essere umano è innato.
  • Angela Francesca Russo il 20/12/2011 15:09
    d'accordissimo con amria teresa che in poche righe ha detto quello che penso!!
  • Gianni Spadavecchia il 20/12/2011 14:56
    L'odio è un amore non corrisposto a mio parere..
  • mariateresa morry il 20/12/2011 14:08
    Senza, non per insistere, ma il perdono non è affatto un concetto senz'altro cattolico ( anzi ancor prima cristiano). C'è anche un perdono, per così dire, accettato e diffuso nel sentire laico, di chi non si sente di estremizzare nè alla fine è capace di farlo. E io anche in questo mi ci riconosco.
  • mariateresa morry il 20/12/2011 14:08
    Senza, non per insistere, ma il perdono non è affatto un concetto senz'altro cattolico ( anzi ancor prima cristiano). C'è anche un perdono, per così dire, accettato e diffuso nel sentire laico, di chi non si sente di estremizzare nè alla fine è capace di farlo. E io anche in questo mi ci riconosco.
  • senzamaninbicicletta il 20/12/2011 13:47
    Care Elisabetta Mariateresa e Angela

    l'amore - quello vero - è odio che non perdona

    penso ciò che ho scritto e lo ribadisco: un'amore vero che ti nasce e che ti rimane dentro, che è la cosa per cui vivi e che alla fine viene preso è buttato nel cesso per stupidità (non è un termine a caso ne' superficiale, bensi analizzato in ogni sua singola sfaccettatura) non perdona fino a che vive e quando l'amore finisce non vi è più ragione di perdonare perché subentra l'indifferenza (forse la voglia di dimenticare) e il perdono non ha più ragione di esistere. Ripeto inoltre che a mioo modo di vedere il perdono come il peccato è un concetto cattolico e quindi discutibile.
    Poi essendo una cosa che ho vissuto e sulla quale non vorrei soffermarmi troppo a lungo ribadisco la mia opinione che le cose stiano così. Ne abbiamo discusso ampiamente in questi post (non era mia intenzione ovviamente) ma la cortesia richiedeva una dovuta spiegazione, lo ho fatto e ho preso atto delle idee (rispettabilissime) diverse dalla mia. Se ne potrebbe discutere all'infinito e non arriveremmo ad una conclusione poiché l'argomento non è "materialmente" trattabile. Ringrazio tutti i partecipanti a questa discussione.
  • Elisabetta Fabrini il 20/12/2011 13:32
    Mi piacerebbe capire cosa ti spinge a dire che l'amore è odio che non perdona... non per fare polemica... ma perkè io ho sempre creduto e credo sia tutt'altro!!!
  • mariateresa morry il 20/12/2011 13:10
    Per fortuna Senza che hai precisato in note dell'autore! . Prendiamo questa tua con beneficio del periodo nero in cui dici di averla scritta... Pretendere di dire che l'amore " vero" ( vero poi in base a quale criterio di oggettività? il tuo? il mio? il loro? ) è odio che non perdona, è una frase colossale, ma confutabile.
    La caratteristica dei sentimenti estremi è quella di logorare, consumare, così alla fine, nell'estremizzazione, non c'è nemmeno il sentimento... per rispondere a Zanetti ( ciao Mara) l'amore perfertto è quello dove le parti conciliano e derimono le diversità in continuazione... uno rinuncia, l'altro riempie e viceversa.
  • roberto caterina il 20/12/2011 13:05
    ami et odi certo... l'amore non ammette perdono quando l'amore è ancora passione ma poi possiamo anche sorridere di noi stessi..
  • gina il 20/12/2011 12:49
    Quando si soffre per amore difficile pensare al perdono... la mente è sopita in un oblio di dolore... col tempo, forse...
  • senzamaninbicicletta il 20/12/2011 12:48
    ti rispondo in privato
  • Angela Francesca Russo il 20/12/2011 12:47
    io ho amato per 10 lunghi anni la stessa persona, mi ha umiliato, deriso, deluso e io ho continuata ad amarla ero sull'orlo della disperazione di togliermi la vita per lui, ha fatto presto a dimenticarmi due giorni dopo era già con un altra donna, quando a me i due giorni prima aveva detto io senza te morirò, io non vivo, non lasciarmi e altre di questo genere... eppure l'ho perdonato anche se ho tantissime domande senza risposta...
  • Anonimo il 20/12/2011 12:14
    È difficile perdonare qualcuno quando lo si ha amato tanto e per molto tempo... Forse, col tempo s'impara a capire che l'amore 'perfetto' è solo nelle favole, che il principe azzurro o l'anima gemella non esistono; non si hanno più illusioni, e quando, alla fine, succede qualcosa d'imprevisto, che sia un abbandono, un tradimento, è molto difficile perdonare... Almeno, io la vedo in questo modo: l'amore porta gioia, sì, ma preserva anche rancore, non dolore. Ciao.
  • senzamaninbicicletta il 20/12/2011 12:03
    "solo l'amore può mettere il punto al dolore e di conseguenza riuscire a perdonare" molto categorica questa affermazione, rispetto il tuo pensiero ma le mie ossa dicono altro e ti assicuro che ne hanno sopportate di belle e di brutte. Io vedo "l'amore" come qualcosa di inevitabile (fino a pochissimo tempo fa credevo fosse un errore)ma ciò non toglie che "se vivi la vita ogni giorno" questo debba esserne necessariamente una prerogativa assoluta e tantomeno che abbia come capacità intrinseca la peculiarità cattolica del perdono. Scusa ma tra i miei guai c'è anche l'ateismo e l'anticlericalismo.
  • Angela Francesca Russo il 20/12/2011 11:54
    privo di riscontri reali??? già perchè scrivi è un riscontro, se vivi la vita ogni giorno è un riscontro, solo l'amore può mettere il punto al dolore e di conseguenza riuscire a perdonare!!! i riscontri te li da il quotidiano!
  • senzamaninbicicletta il 20/12/2011 11:45
    carissima, rispetto il tuo punto di vista, ma mi domando dove sia scritto: "quando si ama si perdona" e di seguito "solo se veramente lo si vuole!" anche io non sono daccordo con la prima affermazione mentre posso esserlo rispettando la libertà individuale con la seconda affermazione. di fondo questo che mi sembra un discorso molto aleatorio e privo di riscontri reali che nessuno ha mai dimostrato. Grazie per il commento.
  • Angela Francesca Russo il 20/12/2011 11:26
    non sono d'accordo mi dispiace... anche se la poesia merita le parole che dici vanno contro senso, quando si ama si perdona solo se veramente lo si vuole!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0