accedi   |   crea nuovo account

Domani tornerò a non esser nulla

È chiaro che la tua assenza mi graffia le ossa,
le mie fragili ossa.

La mia tristezza pura ed elegante
la sento tra le mani che afferrano i ricordi

Pungenti e freddi come gli amori disperati!

Domani tornerò a non esser nulla
come da sempre sono

Fumando aspetterò il mio treno alla stazione
vedrò dei visi che mai ricorderò e mi sentirò di nuovo solo.

Ma gli altri sentiranno tutto questo?

Il freddo dei binari mi esploderà nel petto.
Farà volare i tuoi capelli nel verde sterminato
perdendosi nel vento a consolare i fiori.

Raccoglili se vuoi.

Domani tornerò a non esser nulla
come da sempre sono!

 

4
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Alessandro il 21/12/2011 00:30
    Bella poesia sull'amore nostalgico e disperato, il senso di perdita è palpabile
  • senzamaninbicicletta il 20/12/2011 20:49
    bella e piuttosto originale, bravo
  • Alfonso il 20/12/2011 17:15
    Grazie Vincenzo! Mi fa piacere che ti sia piaciuta.
  • Vincenzo Capitanucci il 20/12/2011 17:05
    Bellissima Alfonso... il freddo dei binari... fra tanti visi mi esploderà nel petto.. e sarò solo... come da sempre solo..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0