PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ognuno è nudo

Cinquantacinque, quasi
per trecentosessantacinque e un quarto
e nemmeno per un minuto ho mai pensato
d'essere arrivato dove avrei voluto.
Nemmeno un minuto,
neppure quand'ero in alto
così tanto e quanto
avrei forse mai potuto
e neanche meritato,
non un minuto
quando mi son trovato
così in basso che mai e poi mai
avrei immaginato.

D'un paio di cose mi son reso conto
come essenziali e demotivanti:
senza fortuna non si va
da nessuna parte
e il merito non è così importante
come non lo è la colpa.
Si fa quel che si può, o si tenta
poi viene quel che viene
e chi riesce s'accontenta.

Ecco perchè stavolta non scalmàno
e resto ad aspettare il vento e l'onda
che mi porteranno dove e come
e quando vorranno.
Poi, se sarà il caso, ringrazierò
o terrò botta e smoccolerò
ma di certo ormai più non m'illudo:
di fronte alle intemperie della sorte
ognuno è sempre nudo.

 

5
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 17/01/2012 16:09
    bella forte e molto apprezzata...
  • vincent corbo il 21/12/2011 20:10
    Una grande verità, il futuro è un'incognita.
  • mariateresa morry il 20/12/2011 21:30
    Ehhh MAurizio,,, vorrei capire come si fa a commentare una poesia- testimonianza vivente di tale calibro... Senza togliere nulla a chi non ha almeno 50 anni, per capire a fondo il tuo testo occorre averli compiuti e superati. La prima parte dell'ultimo verso è un blando buddismo, e chi sgòmita potrebbe intenderla come arrendevolezza, ma lo conosco bene quello sguardo, che poi è anche il mio, più vecchia di te, con cui si guarda ai fatti della vita. Non siamo arresi nè arrendevoli, semplicemente temperàti. Per non parlare poi dell'umiltà profonda che traspare da questa poesia, per cui alla fine si guarda alla Vita con rispetto, dentro di noi sappiamo che è inutile fare bilanci, assolutamente inutile! bravissimo :bravo
  • senzamaninbicicletta il 20/12/2011 20:30
    molto bella proprio un bel testo
  • loretta margherita citarei il 20/12/2011 20:20
    apprezzatissima auguri
  • Vincenzo Capitanucci il 20/12/2011 18:51
    Bellissima Maurizio... coinvolgente al massimo.. si fa quel che si può... e quel che viene... viene... e di fronte alle intemperie... ognuno è sempre nudo...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0