accedi   |   crea nuovo account

Pubblicità regresso

Correva senza sella
il bellissimo cavallo bianco
su quella spiaggia

mentre lo spot, e la sua musica
e voce fuoricampo declamava
le qualità di quel sapone:

per doccia, per bagno
antiallergico, a protezione
del ph. Una pubblicità

che oramai da più di venti anni
aveva un successo inverosimile
e tutti che usavano quel prodotto

di continuo. Per ogni doccia
per ogni bagno, per ogni
lavata di mani e di ascelle.

E fu così che mentre si girava
la nuova edizione dello spot
con lo stesso cavallo,

un'onda anomala
dalla strana schiuma
si erse per circa dieci metri

ma non era acqua,
era quel magnificato sapone
con tutti i contenitori di plastica

che in vent' anni erano stati venduti.
Il cavallo fece l'ultimo disperato nitrito
cercarndo di evitare l'onda

consapevole dell'inganno in cui era caduto
cercò di fuggire, per non intossicarsi
da quella strana marea color verde schiuma

puzzolenete per giunta. E per evitare
milioni di contenitori in plastica
di quel famelico prodotto.

L'onda risucchio in un sol colpo
come brutto scherzo del destino
l'animale, la cui testa

per cercare di rimanere a galla
era diventata oramai non più bianca

12

2
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • senzamaninbicicletta il 21/12/2011 13:48
    ahahahahah divertente e un po' macabra. bella
  • Ada Piras il 21/12/2011 10:18
    Sembra una poesia per la pubblicità al contrario... Bravo Raffaele.
  • roberto caterina il 21/12/2011 10:05
    È vero e proprio romanzo, neanche un racconto... La ricordo bene quella pubblicità. Giusto il tuo appello ecologico. Buone feste..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0