accedi   |   crea nuovo account

Il mio Natale speciale

Pian piano lentamente
nella mia casa l'orologio
scandisce il tempo
che corre inesorabile.

Così anche dicembre è arrivato
portandoci freddo, neve e gelo
e nel calore della nostra casa
contiamo i giorni
che mancano a Natale.

La frenesia dei regali
ci avvinghia come una morsa
e corriamo
per gli ultimi acquisti.

Ma io vorrei un Natale
diverso dagli altri,
vorrei che i bambini
di molte nazioni
possano vedere
nei loro occhi un futuro.

Essi vivono con poco,
crescono nella miseria,
eppure sembrano felici
di diventare adulti,
ma non è così.

Questi bambini
del terzo mondo
non conoscono i sogni,
non sognano perchè
non hanno nulla.

Ed io vorrei soltanto
che anche loro
possano sognare
un felice Natale.

 

1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • cristiano comelli il 21/12/2011 19:29
    Giustissimo, mai negare ai bambini la capacità di vedere nei loro occhi il loro futuro e quello di tutti, è indispensabile crederci e lottare per questo. Nella forza con cui noi riusciremo a vedere il futuro dei nostri figli impegnandoci in prima persona i nostri figli sapranno inventarsi futuro. Ne sono certo. Complimenti e cordialità.

2 commenti:

  • Marcello De Tullio il 21/12/2011 20:57
    Purtroppo tengo a precisare che ho scritto questa mia dal ritorno di un viaggio nel Benin dove ho visto che i bambini non hanno sogni, non sognano perchè non hanno un futuro.
  • Anonimo il 21/12/2011 10:36
    anch'io come te vorrrei un Natale d'altri tempi... mi unisco al tuo augurio caro Marcello affinchè tutti i bimbi del mondo possano sorridere... ti abbraccio a buon natale carla

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0