PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Escursioni planimetriche

saluto il crepuscolo
che trascina con sé altrove la luce
- oltre l'orizzonte -
in un altro punto dell'universo

e mentre la sera vira a seppia
i colori dell'Io
dai miei piedi l'ombra
s'allunga brunastra

in anelito di braccia
levate in alto proiettate
sul pi greco strisciano lente

rette che pare vogliano
prendere la luna
che appare nuova
mentre sorge a levante

 

2
6 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Auro Lezzi il 21/12/2011 17:36
    Ti vedo lungo la strada di una ricerca importante e questi versi sottolineano un attimo di pausa.
  • mirtylla il 21/12/2011 15:08
    Versi che delineano l'immagine del cielo nella sua ampia planimetria, misurata nei divertenti gesti che il corpo esprime scoprendo che quasi si può toccare la luna.

6 commenti:

  • Rosarita De Martino il 24/06/2012 20:32
    Profonda e intensa è la ricerca metafisica dell'io, che tu riesci ad indagare con somma maestria. Con empatia. Rosarita
  • Assunta Baldi il 23/12/2011 09:55
    Il crepuscolo è sempre il preludio a un tempo nuovo. Una stasi che esiste perché il corpo riposi mentre l'anima sognante esce in segreto e vive la sua vita malgrado noi. Un'immagine bella e nuova.
    Non vedrò più la sera ma questa tua poesia. Sei bravo
  • Vincenzo Capitanucci il 21/12/2011 18:25
    Inchiostri irrazionali... verso un infinito dell'io..

    Sono andato... Manì... ma il disegno non si vede... riporta a Poesieracconti...
  • Vito Bologna il 21/12/2011 15:46
    Nel ringraziarti di darmi la possibilita` di leggere i tuoi lavori, permettimi augurare a te e i tuoi cari un felice Santo Natale e un prospero 2012,
  • senzamaninbicicletta il 21/12/2011 15:46
    c'è anche un disegno che ho fatto per accompagnare l'opera ma per vederlo bisogna andare qui

    http://senzamaninbicicletta. files. wordpress. com/2010/11/file0001-copia. jpg
  • Elisabetta Fabrini il 21/12/2011 14:27
    Un istante che hai descritto meravigliosamente... bravissimo!!!
    I miei applausi!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0