PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sogni intonati

Tu che suoni il violino
così vicina a quella solitudine
assoluta
che sfiora un Dio ignoto
simile a quella di una mamma
con il suo bimbo
solitaria stella
di un affetto che sembra bastare
al mondo intero..

Ti vedo al museo di strumenti musicali
che guardi le teche,
scruti le vernici e già senti
quei suoni che vorresti almeno una volta
abbracciare

Lascia che l'affetto sia una danza
che serba alla fine
un sorriso
che apra le porte ad una melodia stellare
dove tornano le note da fare insieme
ai sogni
da sempre nostri compagni
fedeli e spesso
intonati...

 

5
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 23/12/2011 17:30
    Una danza musicale, direi matissiana, che ti proietta sensibilmente in un universo d'amore e poesia. Ogni immagine scelta è una nota del cuore poeticissima. Bravo Roberto.

5 commenti:

  • loretta margherita citarei il 22/12/2011 21:08
    UNICA IN DOLCEZZA, BUON NATALE
  • karen tognini il 22/12/2011 14:09
    Molto bella Roberto... toni melodiosi di sogni danzanti...

    Davvero bravissimo...
  • Ada Piras il 22/12/2011 11:58
    Lasciali alla fine... quando la melodia sarà intonata.
    Molto bella..
  • silvia ragazzoni il 22/12/2011 11:19
    sogni
    da sempre nostri compagni
    fedeli e spesso intonati...
    molto bella!
  • Vincenzo Capitanucci il 22/12/2011 11:09
    Bellissima Roberto..

    l'affetto sia una danza
    che serba alla fine
    un sorriso... dalle melodie stellari..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0