accedi   |   crea nuovo account

Lievi tratti sfocati

Scalza...
taglio il silenzio
con lo sguardo che si perde nel vuoto.

Scura e lenta è la notte.

Mi imbrogliano i pensieri
rimbalzano
tra i battiti del mio cuore
ed il tuo profumo
che hai dimenticato sulla mia pelle.

La matita scrive
lievi tratti sfocati bianchi e neri
sfumando l'ombra di quel sentire
che sfiora i miei sogni.

Un enorme quadro dove annego ogni notte.

 

10
11 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 23/12/2011 22:02
    Poesia che definirei sensuale. Sprizza erotismo e nostalgia, per un incontro di passione forse non ricambiato con altrettanto romanticismo o forse interrotto da altre questioni. PIaciuta molto. Buone Feste!
  • vincent corbo il 23/12/2011 08:17
    Evoca luoghi della mente difficili da tratteggiare. Il profumo, la notte, i sogni: emozioni condivise con il lettore.

11 commenti:

  • Rossana Russo il 02/01/2012 10:49
    Scura e lenta è la notte.
    I tuoi versi però la colorano *_*
  • - Giama - il 31/12/2011 00:06
    bellissima poesia!
    mi pare fortemente intonata con l'immagine che hai caricato nel tuo profilo...
    bravissima!
    ciao Gia
  • Marco Briz il 24/12/2011 23:23
    Grande chiusura per ottima poesia. Molto brava
  • loretta margherita citarei il 22/12/2011 21:00
    molto bella buon Natale
  • Gianni Spadavecchia il 22/12/2011 15:28
    Anneghi ogni notte.. una notte buia e lunga. Un posto, secondo me, dove oramai riesci a trovarti a tuo agio. ^^ Molto bella!
  • Ada Piras il 22/12/2011 14:23
    La poesia è bellissima... se mi è permesso metterei semplicemente "grande"... Brava... la parte centrale eccezzionale.
  • Nicola Lo Conte il 22/12/2011 14:18
    "tra i battiti del mio cuore
    ed il tuo profumo
    che hai dimenticato sulla mia pelle."
    Bellissima poesia, che coinvolge.
    Conosco quel vuoto, quella notte lenta a passare, quell'annegare... finché qualcuno cancellerai il buio della notte...
  • mariateresa morry il 22/12/2011 14:05
    Il testo è ben costruito e riesce ad esprimere il sentimento di solitudine in cui rimane quello dei due che non dimentica l'attimo d'amore vissuto. Tecnicamente, se mi è concesso dire, muterei la frase troppo usata " sguardo che si perde nel vuoto", sostituendolo con altra locuzione meno consueta e di prosa. La forma " un enorme quadro" suono poco per il ravvicinamento delle sillabe " Un en "... proverei con " un vasto quadro"...
  • silvia ragazzoni il 22/12/2011 13:26
    Bellissima Vilma, tocca il cuore questa Tua.. sentita.. il tuo profumo che hai dimenticato sulla mia pelle
  • Vincenzo Capitanucci il 22/12/2011 13:24
    Bellissima Vilma.. scura e lenta... scorre la notte... in quel Tuo profumo... dimenticato sulla mia pelle...
  • karen tognini il 22/12/2011 13:22
    Molto bella Vilma... La matita scrive
    lievi tratti sfocati bianchi e neri
    sfumano l'ombra di quel sentire
    che sfiora i miei sogni.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0