accedi   |   crea nuovo account

Il ripasso del mio passato

Ripassso come un vecchio
Impolverato libro
Il mio passato.
Rileggo mesto
Momenti di dolore,
lacrime affluiscono
su arrossate gote
e bagnano le mie tremanti
labbra.
Il tempo
Amico dell'infausto destino
Bracco' senza pieta'
La mia umile quiete,
la modesta serenita'
di una semplece anima.
Giorni in cui
Il cuore fu' lacerato,
come spade affilate,
riemergono dolori,
sono come pungoli,
infilzano la mia anima,
riecheggia l'eco dei tormenti,
la visioni mi s'abbaglia
ruscelli di lacrime
scorrono sul collo,
e odio cio che fu'
e detesto cio' che sara'
tanta l'amarezza
che solo la morte
alleviera'
e Dio sollevera'
questo passaggio
di vita
ingrata...

 

3
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • angela testa il 14/03/2012 11:01
    Questi versi sono profondi una vita vissuta alla ricerca di qualcosa di buona... parole scritte con dolore, rabbia, una poesia che racchiude una vita profonda piena di emozioni.
  • Grazia Denaro il 23/02/2012 16:24
    Disperazione allo stato puro in questa lirica in cui evochi i tuoi dolori, i tuoi dispiaceri di una vita vissuta in solitudine cercando sempre ciò che la tua anima chiede Lirica stilata perfettamente con rime fluenti e musicali, apprezzata!

3 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0