accedi   |   crea nuovo account

A tre ore

L'orologio della piazza
le sue ore scandisce,
e fra un tic tac
e un mortaretto,
il cuore palpita
convulso,
ognuno ne ha contati
tanti,
quanti sono
gli anni
del suo Essere,
ma ogni volta
sembra una cosa nuova,
un Messia per venire
al mondo
sta,
il silenzio
su ogni cosa
sovrasta,
mancano tre ore
prima che le campane
scuoti il mondo,
il Messia fra noi
sarà
e non più come prima
sarà.

 

2
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 25/12/2011 21:34
    Coinvolgente, speranzosa forse un po' azzardata... Il Messia è spaventato da questo mondo... Detto da una semi-atea!

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0