username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Sprazzi di felicità

Vedo buio intorno a me,
le uniche luci son le stelle che cercano di tenermi compagnia in questa notte desolata.
Una notte che trascorrerò da solo, immaginando l'angelo della mia vita accanto a me...
Non riesco ad immaginarne il volto, nè tanto meno il corpo,
so solo che sarà la ragazza che amerò per sempre;
L'unico per sempre a cui darò importanza.
Ma per ora soffro, piango e sto male,
un giorno sarò io a sorridere di tutto ciò che ho passato...
Perchè non mi accontento di sprazzi di felicità;
Le lacrime accalcandosi sul mio viso causano ferite profonde nel mio animo sempre più triste...
Ma ciò non vuol dire che non abbia più la forza di sperare ed aspettare il sorriso.
Perchè io, non mi accontento di sprazzi di felicità,
io voglio molto di più.

 

8
9 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 22/07/2013 18:01
    Molto apprezzata.. molti complimenti
  • Don Pompeo Mongiello il 26/12/2011 19:11
    Una poesia ove due forze lottano con un uno a zero, da parte dell'oscurità, ma l'audacia dell'autore farà in modo che il tutto si ribalta e finirà con un uno a due da parte della luce.
  • cristiano comelli il 26/12/2011 12:40
    Vede, Gianni carissimo a cui auguro di cuore ottime festività, la risposta se la è già data lei da solo; la speranza e il sorriso neutralizzano l'effetto che rischia di essere devastante delle lacrime, fanno capire a esse che non avranno l'ultima parola; o, se preferisce, le inducono ad ascoltare la voce della felicità; le lacrime hanno un forte potere di trasformazione passando in un istante dal dolore alla felicità; ma questo potere non è loro intrinseco, sta nelle nostre mani; è come, mi passi il paragone un po' profano, dare un bolide di formula uno in mano a Sebastian Vettel, fresco campione del mondo; le lacrime sono quel bolide, noi siamo i Vettel che devono farle marciare nella direzione in cui desideriamo; che non è, e non deve essere, ovviamente, quella del dolore. Cordialità.
  • Alessandro il 26/12/2011 00:31
    Una speranza che ogni tanto si affievolisce, il cuore affamato che è stanco di campare di briciole. Il sogno di una persona amata che è là fuori, da qualche parte. Ma per adesso ancora niente.

9 commenti:

  • Rossana Russo il 07/01/2012 13:28
    "Non riesco ad immaginarne il volto, nè tanto meno il corpo,
    so solo che sarà la ragazza che amerò per sempre;
    L'unico per sempre a cui darò importanza."
    Semplicemente adorabile *_*
  • Anonimo il 26/12/2011 20:59
    gianni caro arriveranno questi sprazzi di dellicità e non solo sprazzi... molto di più... non correre sono belli anche questi attim di attesa... comunque bravo mi piace come scrivi un abbraccio...
  • loretta margherita citarei il 26/12/2011 20:39
    molto apprezzata bravo complimenti
  • Nicola Lo Conte il 26/12/2011 17:37
  • Anonimo il 26/12/2011 15:56
    Il mio augurio è che ti arrivi presti ciò che desideri caro Gianni Solo che ti dico che la felicità purtoppo non dura per sempre, forse esiste ed è usufruibile solamente a brani, a sprazzi.. Ad ogni modo, vedrai che giungerà anche per il momento di essere felice, non importa per quanto tempo
  • Anonimo il 26/12/2011 11:38
    Accontentarsi no, tirare avanti si. Ok è nelle mie corde.-
  • A. A. il 26/12/2011 01:37
    Orrenda. Sembra un monologo di scarsa fattura.
  • Aedo il 26/12/2011 00:22
    E fai bene a volere molto di più, a dare spazio ai sogni. Bella poesia!
  • Marco Ambrosini il 26/12/2011 00:14
    caro tu stai facendo strada

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0