PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Io E Me

Eccomi qui,
nudo di fronte a te
che fai capolino
a queste ore insolite

Lenta la mia mano
Scorre in un fiume di parole
Che si allacciano e intrecciano
Il tuo intento
E trovano me
Contento di impugnarle
Prenderle ed accarezzarle
In queste ore così care ed inquiete per me

Nel dissacrare la metastasi
Ed il suo compimento
Ed io con me intanto
Con te nel dissipare i miei meandri
Più bui
Renderli più veri, vivi
Più reali armoniosi e illuminati
Come la luna delle 3

 

6
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Don Pompeo Mongiello il 12/01/2012 16:20
    Un plauso sincero per questa tua veramente bella!
  • Vincenzo Capitanucci il 06/01/2012 02:40
    Bellissima Giuliano... scorro in un fiume di parole... a dissacrare la metastasi... ed il suo compimento...

    (in ritardo di qualche giorno... ma in anticipo sull'ora...)
  • giuliano cimino il 06/01/2012 00:33
    grazie mille gianni molto apprezzato il tuo commento e grazie anche a voi poetesse
  • Gianni Spadavecchia il 05/01/2012 16:49
    Davvero molto introspettiva.. traspare dolcezza. Salve^^
  • stella luce il 01/01/2012 23:45
    tanta dolcezza come sempre...
  • loretta margherita citarei il 28/12/2011 16:25
    apprezzata bravo auguri
  • silvia ragazzoni il 28/12/2011 12:49
    È bellissima Giuliano.. sentita!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0