PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Geni in mani di Fata

Io
idrogeno

Tu
ossigeno

la mia anima
urla

fra le braccia ossute di Idra

in un doppio legame
impazzisce d'Amore

s'infiamma

se non sente l'azzurro immortale della Tua voce

creante
sulla Terra
una molecola d'acqua

fatata

dalla mole celeste

fuori
da ogni lacrima

infissa
nel cielo di un molo incantato

in partenza

su un mare divino

 

3
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Donato Delfin8 il 31/12/2011 16:11
    Mappate Vincè questa sì che è la scoperta dell'acqua calda zi zi pluf pluf caldissima in brodo di emozioni divine...
    Cin Cin e Buon Anno
  • Anonimo il 28/12/2011 14:13
    Notevole... nelle mie corde chimiche... un legame covalente che ben spiega quanto sia forte mettere in comune un reciproco amore... ciaociao, molto bella.
  • karen tognini il 28/12/2011 13:59
    Stublime Vincenzo... un mare divino di emozioni.. i tuoi versi immortali... l'infinito Amore...
    sei meraviglioso...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0