PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Lei può solo cantare

Stramazza
il corpo,
il velo di plastica,
la lucida incoerenza
avvolta, imbrigliata nel grembo
di donna.

Si svela
inerme,
nuda,
discinta.

A terra.

Proclama,
grida,
scalpita.

È a terra.

Il corpo nel cellophane.
Il ventre nel cellophane.

Un sorriso sulle labbra.
Un sacrificio nelle parole.

Lei può solo cantare...

 

4
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 05/01/2012 12:33
    carina^^ A rileggerci.
  • monia il 02/01/2012 00:24
    Grazie, Ignazio.
    Troppo gentile
  • Aedo il 31/12/2011 18:27
    La tua poesia mi ha colpito: suggestiva questa figura di donna, che con la sua autenticità trova intorno a sé solo muri... Bravissima!
    Ignazio
  • greta il 31/12/2011 14:34
    Ciao Monia prego. Non avrei modificato niente, forse l'unica parola che non mi piace, ma è proprio la parola in se che ha un suono ostile per me (come tante altre ;D) è "imbrigliata".
  • monia il 31/12/2011 13:24
    Grazie mille, Greta.
    Posso chiederti cosa avresti modificato?
  • greta il 31/12/2011 00:18
    chapeau Monia!
    Mi piacciono quasi tutte le parole che hai scelto per il tuo pezzo.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0