PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Messaggio di capodanno

È giunto il momento
di lacrime e sangue,
<mi aggiusta u' trucco>?

Di dare tutto e di più
<fissata a cena
co' parlamentari?>

Di esprimere il meglio
<Chiamme figlio mio>
Perchè l'Italia può

<Ah.. sono ancora in Italia?>
Il cittadino italiano può
e noi vi spremeremo!

<Ista non se poì di'?>
Noi siamo gli spremiagrumi
<manco questa?>

<Non ci stanno più gli agrumi?>
Così cari concittadini
buone mele a tutti!

<Può risultare a doppio senso,
Son finite le mele?>
Stoop... fine della registrata!

Mo' annammo in coppa
a l'auto blù
che devo annà

nella mia citta Natale
e se telefona la tedesca
io non ci sono!

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • loretta margherita citarei il 03/01/2012 08:29
    di crozziana memoria, simpatica poesia, bravo
  • John Barleycorn il 03/01/2012 06:44
    hahahaha... hai reso ancora più perculistica la perculata annuale di quei parassiti. Bravo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0