PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Nessuno

Odio la forza che mi scaraventa a terra,
Privandomi della libertà di volare
Di colpo la meschinità s'impossessa di me,
quante lacrime e delusioni per mano mia!
Distruzione e caos si propagano dalle mie mani.
Quasi ci fosse l'intento di punirmi
per la forza e la sicurezza con cui ho amato la libertà.
Oh, demone che sei in me risparmiami
dell'essere, tuo umile schivo
legato per il collo, senza onore né diritti,
rassegnato e ormai privo di sogni e speranze.

 

2
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 03/01/2012 15:39
    forza sconosciuta che ci nega di volare in alto di esere liberi... a volte non ci rendiamo conto che siamo noi stessi a propagare questa forza che ci lega al suolo... molto forte e bella questa introspezione... complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0