accedi   |   crea nuovo account

Casa

Mettendo radici nel terreno aspro
Soffro gli incubi di, un passato che
ritorna, e ritorna, e sconquassa il
mio arrestare il moto fisico.

Fermandosi nel luogo del destino
Le sorti, sono, state tirate, sono
state rese note giorno dopo giorno.
Qui è casa, mia ma, anche tua.

È stata data a me in dono gratuito
Senza meriti né particolari compiti
se non quello di vivere e resistere
persistere ed insistere apprendendo.

 

2
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • senzamaninbicicletta il 04/01/2012 10:16
    Una bella poesia molto significativa e profonda che, credo, voglia rendere l'importanza della nostra esistenza in relazione a quella degli altri. Il significato, se così fosse, è espresso in modo perfetto e senza inutili fronzoli con l'uso di una metafora molto bella, complimenti

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0