accedi   |   crea nuovo account

Per i tuoi grandi occhi

Per i tuoi grandi occhi, e quella vita che hai davanti
per i tuoi sogni chiusi, tra le macerie dei miei lunghi musi

io non vorrei dirtelo, ma sono stanco dei miei capricci
delle tue cene fredde, al lume fioco della tv

Cercami tra le tue rime sono seduta davanti al mio destino
io con la mia faccia solita tu che stai perdendo il tuo cammino

Per i tuoi grandi occhi e quei tuoi semplici pensieri
per quelle tue parole che mi dicesti fino a ieri

sono seduto qui davanti a te
aspetto l'odore solito della tua tazza di caffè

prendi l'anima e le valige non ci pensare più
andiamo su un'isola dove... cercala tu

ma che male fa sorridere...
male... male... fa anche vivere

tra le pieghe di questa casa o tra le righe della follia
nei silenzi delle tue mani quando poi non ci pensi più

Notte che corri lenta, vita che te ne vai
non riesco neppure a scrivere le mie storie della realtà

tra le pieghe di questa casa o tra le righe della follia
nei silenzi delle tue mani quando poi non ci pensi più


per i tuoi grandi occhi azzurro cielo colore di festa
darei la vita in cambio e tutto quello che mi resta

fossi poeta di pietra e tu statua di parole
potrei scrivere canzoni lanciando sassi alla luna

no che non ti penso ancora bugiardo lo sono stato sempre
tu con le tue ali al vento io con le mie radici attendo

ma che male fa sorridere
male male fa anche vivere

tra le pieghe di questa casa o tra le righe della follia
nei silenzi delle tue mani quando poi non ci pensi più

Notte che corri lenta, vita che te ne vai
non riesco neppure a scrivere le mie storie della realtà

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0